Io non sto con Oriana. Io sto con la Ragione sul serio. Per dare voce alle coscienze che lei avrebbe voluto obnubilare.
 

Il blog

Questo è un sito Verde Rosso Nero
che aderisce
alla

Prima Internazionale
dell'Odio
A proposito dell'espropriatore di mestiere... PDF Stampa E-mail
Domenica 12 Ottobre 2008 10:50
Sotto questo titolo il nostro sito-bersaglio riporta un link non più funzionante. Il sito shockvillage.com, cui esso link rimanda, ha funzionato per un po' come grancassa dell'incompetenza destrorsa; ha avuto vita piuttosto breve e quando è defunto nessuno se ne è accorto.
Pare che da shockvillage si potesse accedere ad un articolo, riportato da un blog, in cui si facevano puntigliosi conti in tasca a Francesco Caruso, all'epoca candidato di Rifondazione Comunista, al cui carico risulterebbe una visura catastale invidiabile. In realtà esso articolo, riportato da vari blogger (spesso con ulteriori varianti e abbellimenti), ha come fonte originaria uno scritto comparso su "Il Giornale" il 18 febbraio 2006.
Leggendo lo scritto originale viene da pensare che il suo autore sia stato il primo a fare una cosa arditissima: un controllo on-line da costo di euro 2.50... ottenendone, a suo dire, una visura catastale "lunga sette pagine" con la quale ridimensionare non poco prestigio e credibilità del candidato rifondarolo.
L'articolo de "Il Giornale" fece in sei nanosecondi il giro del web, incistandosi in siti e blog di vario servilismo. Purtroppo non sempre "Il Giornale" pubblica oro colato. Diciamo pure che gli càpita di rado. Anzi, diciamo pure che non gli càpita mai. Sono passati quasi tre anni; abbiamo fatto bene ad aspettare a pronunciarci sull'argomento, attendendo che venisse meno l'effetto recency su cui si basano le operazioni di questo genere.
Calmatesi le acque e diretta altrove l'attenzione dei linciatori da gazzette, abbiamo trovato sul blog dell'interessato, ovverosia Francesco Caruso, il post che segue, e che risale al sedici novembre 2006. Lo riportiamo, insieme ad un trafiletto tratto da un articolo del "Corriere della Sera" del 19 febbraio 2006, per due motivi.
In primo luogo, l'accuratezza con cui si vagliano le proprie fonti è direttamente proporzionale alla serietà che si vuole conferire ai propri scritti; in questo senso, le ciance dei giornali vanno riprese il meno possibile, specie se pubblicate da organi di "informazione" ad alta tiratura. L'ideale sarebbe il non riprenderle mai. A meno che non si abbiano intenti politicanti in generale ed "occidentalisti" in particolare, per i quali la malafede e il nessun rispetto di se stessi e degli altri sono parte integrante ed irrinunciabile del modus operandi.
In secondo luogo, la presenza del nostro post contribuirà, sia pure di poco, a controbilanciare il numero ancora molto alto di post che hanno ripreso l'articolo originale.
La discutibilissima gestione della visibilità mediatica ha contrassegnato in modo molto negativo la breve esperienza da parlamentare di Francesco Caruso, ma un esame approfondito di vicende come quella di cui si tratta in questa sede permette anche di farsi un'idea, caso mai ce ne fosse ancora bisogno, dei livelli di inaudita e ciabattona cialtroneria che sono divenuti ormai una costante in tutti i livelli della vita politica nello stato che occupa la penisola italiana.
...E siti e blogger "occidentalisti"? La loro ottica è quella di chi sintetizza le principali questioni della geopolitica contemporanea nella barca a vela di D'Alema; il Francesco Caruso che esce dalle loro conclusioni è, coerentemente, quello demonizzato in quanto "espropriatore proletario": è risaputo che nell'ottica "occidentalista" l'adorazione del diritto di proprietà passa avanti a qualunque altro assunto, in misura tanto maggiore quanto più la proprietà può essere fatta risalire con certezza ad uno o più soggetti facilmente identificabili; nessuno sta dunque a chiedersi il perché della crisi finanziaria mondiale, anche perché occorrono competenze che non ci si possono inventare ed il non poter dare più la colpa agli ebrei come ai bei tempi ha complicato oltre misura la costruzione di attribuzioni causali credibili. Meglio invocare la pena di morte per chi non può esibire lo scontrino di un barattolo di pelati: arrivano voti e si fa meno fatica.

Dal Corriere della Sera:

"...Ora poi si sono messi a spiare dal buco della serratura. Il Giornale dice che sono un proprietario latifondista. Peccato che hanno calcolato in ettari le aree: ho in tutto 30 piante di ulivo lasciate da mio nonno, che fanno cinque litri d' olio l' anno".

Dal (vecchio) blog di Francesco Caruso, AltroSud.info:

[...]
Indennità parlamentare : 5.419,46 euro
Diaria: 4.003,11 euro
Rimborso spese eletto/elettori: 4.190 euro
TOTALE ENTRATE: 13.613 EURO

versamento quota mensile al partito: 8100 Euro (come tutti i deputati PRC-SE)
versamento quota mensile a segreteria legale per processo di Cosenza: 1000 Euro
Contributo manifestazione nazionale: 500 Euro
Cotributo per centro sociale Depistaggio: 400 Euro
Fitto alloggio Roma: 800 Euro
Decurtazione Diaria causa assenze: 600 euro (assenza da 3 sedute per iniziative di lotta)
quota mensile accantonata per avvocati che difendono movimento: 500 Euro
TOTALE USCITE 11.900 EURO

RISULTATO FINALE: 1713 euro.

Tutti i dati qui riportati sono riscontrabili in quanto le dichiarazioni annuale dei redditi dei deputati che si redige nel mese di giugno sono atti pubblici e consultabili.
Ops, dimenticavo le rendite dei miei immensi latifondi che il quotidiano "Il Giornale" ha denunciato in mio possesso. Eccoli qui, i miei tre orti e con le favolose rendite di 4 o 10 euro all'anno. Anche questi sono dati pubblici, riscontrabili dalla dichiarazione dei redditi. Ah, dimenticavo la mia skoda octavia, il cui valore è superiore a quello di tutti i miei sconfinati latifondi ("a perdita d'occhio" diceva quel cretino del giornalista opportunamente querelato per falso) messi insieme.

Immobile n.1
Proprietà al 25% Terreno collinare località Destro Guzzini
Superficie totale di mq 2.925
(Reddito dominicale Euro 3,60– Agrario € 3,00).
Valore di mercato: € 2.000 Valore della quota € 500

Immobile n.2
Proprietà al 25% Terreno collinare località Destro
Superficie totale di mq 30.695
(Reddito dominicale Euro 60,15 –Agrario € 42,67).
Valore di mercato: € 28.500 Valore della quota.€ 7.100

Immobile n.3
Proprietà al 25% Terreno collinare località Macroce
Superficie totale di mq 11.572
(Reddito dominicale Euro 22,40 –Agrario € 12,90).
Valore di mercato: € 3.000 Valore della quota.€ 750

Immobile n.4
Proprietà al 50%Terreno collinare località Macroce
Superficie totale di mq 2.440
(Reddito dominicale Euro 3,32 –Agrario € 2,13).
Valore di mercato: € 1.000 Valore della quota.€ 500

Immobile n.5
Proprietà al 25%Fabbricato rurale in disuso con deposito attrezzi
Reddito catastale Euro 207,36)
Valore di mercato: € 10.000 Valore della quota.€ 2.500

 

© 2018 .: Io Non Sto Con Oriana :. .: Io Sto Con La Ragione Sul Serio :.
Joomla! is Free Software released under the GNU General Public License.