Io non sto con Oriana. Io sto con la Ragione sul serio. Per dare voce alle coscienze che lei avrebbe voluto obnubilare.
 

Il blog

Questo è un sito Verde Rosso Nero
che aderisce
alla

Prima Internazionale
dell'Odio
Giovanni Galli palloniere sparito PDF Stampa E-mail
Domenica 26 Luglio 2009 13:10
Luglio 2009. A tre settimane dalle elezioni comunali la comunicazione politica "occidentalista" continua con le stesse ciarle di prima, ma il personalismo di Giovanni Galli, ex palloniere di un qualche merito inviato in città per conferire con la sua presenza credibilità ed autorevolezza ad una gang che non è né rispettabile né credibile, sparisce dal panorama mediatico.

Luglio 2009. Vi ricordate Giovanni Galli, l'ex palloniere paracadutato a Firenze dal padrone con il solito cicaleccio gazzettaro che ne statuiva la vittoria al primo turno, quello che degli avversari se ne fregava, quello che qui, quello che là, quello che su, quello che giù?
Quello del padrone in visita alla claque, con i lacché del piddì con la elle a fare da filtro come alle feste in discoteca?
Quello che tutti i giorni per mesi e mesi è stato su tutte le locandine, su tutte le prime pagine?
Quello che libereremo Firenze (come se fosse prigioniera di qualcuno o di qualcosa)?
Quello che i casi umani del piddì con la elle fiorentino gli è toccato stare zitti tutti per tre mesi e lasciargli campo libero sennò erano guai?
Quello della storia personale tanto dolorosa che quindi era un esperto amministratore pubblico?
Quello che le buche nell'asfalto?
Quello che i'ddegrado?
Quello che la sihurezza?

Sparito.
Come prevedibile. E come previsto.
Sparita perfino la sua lista, accorpata in Consiglio con il partito del padrone.
Sparito il suo sito web, ridotto ad un laconico "Grazie a tutti".
Niente di strano. Quando si incarna una visione del mondo che tutto equipara alla palloneria, è logico che non vi sia alcuna ribalta per chi arriva secondo. La logica estrema di chi condivide un silmile punto di vista potrebbe trovare accettabile perfino lo strangolamento dello sconfitto in una strada defilata, la sorte dei vinti che sfilavano dietro la biga del vincitore nei trionfi della Roma antica.
I molti (sessantasettemila elettori, secondo i dati ufficiali) che hanno mostrato di condividere questa concezione della politica e della pubblica amministrazione non si meraviglino di sentirsi abbandonati: è la conclusione logica, e poco meno che dichiarata, cui portano certi comportamenti, certi "valori", certa totale assenza di senso civico e di competenze.
Nonostante un intero universo mediatico tenti di statuire ogni giorno il contrario, la città di Firenze resta uno di quegli angoli di "Occidente", uno di quei buchi neri in cui vigono ancora le vecchie regole della partecipazione e dell'impegno in prima persona quello vero, per quanto la cosa possa disturbare i vuotacessi dell'"occidentalismo" a tutto tondo.

...O meglio, avremmo dovuto scrivere "Giovanni Galli palloniere quasi sparito" perché poche ore dopo il nostro scritto Galli si è fatto vivo con un comunicato stampa dai toni innovativi (la solita tiritera contro i'ddegrado e per la sihurezza: che a Firenze sia praticamente vietato respirare non gli basta) ed in cui statuisce (lui!) il "basta con gli slogan" perché "la campagna elettorale è finita".
Per ora sembra che lo slogan, specie se ecoico di una propaganda peninsulare che nella realtà fiorentina suona poco meno che marziana, sia stato l'unico prodotto della congrega capeggiata da palloniere. Una congrega che ha in vere e proprie "campagne elettorali permanenti" la principale ragion d'essere.

 

© 2018 .: Io Non Sto Con Oriana :. .: Io Sto Con La Ragione Sul Serio :.
Joomla! is Free Software released under the GNU General Public License.